Patto per la Sicurezza, Vitagliano precisa

Vitagliano: «La Giunta regionale ha destinato 5 milioni di euro per azioni coordinate e integrate volte a garantire migliori condizioni di sicurezza e vivibilità nel territorio molisano»
Vitagliano: «La Giunta regionale ha destinato 5 milioni di euro per azioni coordinate e integrate volte a garantire migliori condizioni di sicurezza e vivibilità nel territorio molisano»

In relazione ad alcune notizie pubblicate in questi giorni in merito al "Patto per la Sicurezza", l'Assessore regionale alla Programmazione, Gianfranco Vitagliano, precisa quanto segue.

«La Regione Molise, nell'ambito del PAR FSC 2007/2013 approvato dalla Giunta regionale in data 4 agosto 2011 (noto come PAR FAS), ha destinato risorse pari a 5 mln di euro per la sicurezza dei cittadini e il miglioramento delle condizioni per favorire uno sviluppo sostenibile dei sistemi urbani e la prevenzione dei fenomeni di disagio e di marginalità.
 
Si tratta di risorse finalizzate alla realizzazione di sistemi infrastrutturali integrati di impiantistica della sicurezza, strumenti di videosorveglianza per luoghi pubblici (parchi, piazze, ospedali, etc.) e dispositivi innovativi per il monitoraggio anche con collegamenti in fibra ottica, ponti wireless e ADSL per la trasmissione delle informazioni rilevate sul territorio. Per l'individuazione degli interventi è stato attivato un tavolo di lavoro con la Prefettura di Campobasso che ha consentito di pervenire alla prima stesura del cosiddetto "Patto per la Sicurezza" alla cui definizione collaborano anche i Consiglieri regionali Cavaliere, Bizzarro e Di Pietro.
 
Uno strumento fortemente voluto dal Presidente Iorio che consentirà, congiuntamente con i Prefetti di Campobasso e di Isernia, i Sindaci dei Comuni con popolazione superiore ai 5.000 abitanti in prima istanza e successivamente anche con i Sindaci dei Comuni con popolazione inferiore, di promuovere azioni coordinate e integrate volte a garantire le migliori condizioni di sicurezza e vivibilità nel territorio molisano.

Nei prossimi giorni, terminato il percorso di condivisione, il documento sarà discusso in sede di Giunta regionale e, successivamente, siglato per consentire l'avvio delle attività».

 

condividi

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO