Il digitale sfiora il Molise: interventi di sostegno per gli anziani

Decoder digitale

Dal 1 al 16 dicembre prossimo, i Comuni di Cercemaggiore, Monacilioni, San Giuliano del Sannio, Sesto Campano e Venafro saranno coinvolti nel passaggio alla televisione digitale che interesserà la limitrofa  Regione Campania, un processo di innovazione tecnologia e di massa che garantirà una maggiore qualità e quantità di canali televisivi.

Lo ha comunicato il Vice Ministro dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, al Presidente della Regione, Michele Iorio, inviando una lettera con la quale ha sottolineato la necessità di "pianificare ogni misura utile di sostegno alle fasce più deboli della popolazione e meno pronte a gestire autonomamente tale processo tecnologico che, sebbene semplice, modifica le modalità tradizionali di fruizione del mezzo televisivo".

A tal fine è stato immaginato il coinvolgimento degli operatori sociali che, in questa circostanza, sono chiamati a svolgere una preziosa opera di assistenza quotidiana nei confronti delle fasce più deboli della popolazione, con particolare riferimento alle persone anziane. In favore di queste ultime, come aggiunge Romani "E' stato predisposto un programma di interventi che prevede, per i cittadini di età pari o superiore a 65 anni e che abbiano dichiarato nel 2008 un reddito pari o inferiore a € 10.000, un buono valore di 50 euro messo a disposizione dal Ministero del Sviluppo Economico per l'acquisto di un decoder digitale interattivo".
 

 

Redazione

condividi

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO