Trasporto locale, Iorio nella delegazione che domani incontrerà Fitto

Le Regioni chiedono che le annualitÓ residue delle risorse continuino ad essere direttamente erogate a Trenitalia
Le Regioni chiedono che le annualitÓ residue delle risorse continuino ad essere direttamente erogate a Trenitalia

Il Presidente Michele Iorio, nella sua qualitÓ di Vicepresidente della Conferenza delle Regioni, farÓ parte della delegazione che parteciperÓ domani a Roma, alle ore 16.00, in Via della Stamperia 8,  ad un incontro con il Ministro Fitto, concordato nella Conferenza Unificata del 27 ottobre, sulle questioni aperte del trasporto pubblico locale.
 
Il Tavolo politico Ŕ stato chiesto dalle Regioni per avere assicurazioni dal Governo sul finanziamento del trasporto pubblico locale. A fronte di 1,9 miliardi di risorse erogate nel 2011, per il 2012 sarebbero al momento stati iscritti in bilancio solo 400 milioni e le Regioni sono fortemente preoccupate per come riuscire a garantire il servizio.

A tal riguardo, i Presidenti delle Regioni hanno approvato un Ordine del giorno in cui ricordano che, con un provvedimento del 2009, erano stati  stanziati 430 milioni di euro per il triennio 2009-11 per la stipula dei nuovi contratti di servizio dello Stato e delle Regioni a statuto ordinario  con Trenitalia s.p.a, e chiedono al Governo assicurazioni sul fatto che le annualitÓ residue delle risorse ''continuino ad essere direttamente erogate a Trenitalia''.

In tema, invece, di sicurezza delle ferrovie, l'Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie aveva fissato al 31 ottobre di quest'anno il termine per il completamento dei programmi di adeguamento del materiale rotabile ferroviario circolante su rete Rfi con i sistemi di sicurezza in uso sulla stessa rete. Quasi tutte le regioni, per˛, sia per cause di carattere tecnico e burocratico, sia anche per motivi di criticitÓ economica, non riusciranno a rispettare il termine stabilito e potranno completare i programmi non prima della fine dell'anno prossimo.
 
Per questo, in un documento approvato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, si chiede al Ministro per le infrastrutture una proroga al 31 dicembre dell'anno prossimo per la conclusione di tali programmi.

 

condividi

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO