Terremoto L'Aquila, Toma: "Dolore ancora forte, Abruzzo e Molise uniti e pronti nella solidarietà"

Messaggio del presidente della Regione Molise Donato Toma. "E' ancora forte il dolore per i lutti e la distruzione causati dal terremoto dell'Aquila, una tragedia terribile che riaprģ, in noi molisani, la ferita inferta dal sisma di San Giuliano di Puglia. Morirono anche sei molisani, quattro dei quali, Danilo, Elvio, Michele e Vittorio, vivevano nel capoluogo abruzzese come studenti. A loro, e a Luana ed Ernesto, gli altri corregionali vittime della potentissima scossa va oggi, 14 anni dopo, il mio pensiero e, ne sono certo, quello di tutti i molisani. Sentiamo il vuoto scavato da quelle vite spezzate prematuramente, dal dolore delle famiglie, degli amici e dallo sgomento delle comunitą di provenienza.

Il Molise condivide tanto con l'Abruzzo, purtroppo anche la forte sismicitą del territorio. Ne abbiamo avuto riprova pochi giorni fa con la scossa tra Montagano e Campobasso.  Imparare a convivere con le tensioni che si sprigionano dalla terra sulla quale camminiamo, viviamo, costruiamo il futuro, vuol dire saper cogliere tutti gli aspetti che tali tragedie portano alla nostra attenzione.  La Regione Molise continuerą a fare la sua parte, in fase di programmazione e in termini di capacitą operativa nelle fasi di emergenza, cosģ come avvenne in quei giorni grazie all'impegno straordinario della nostra Protezione Civile. Fummo tra i primi a giungere all'Aquila con operatori capaci di allestire rapidamente un campo con tende, cucina, servizi igienici. C'erano 600 sfollati nella struttura messa in piedi nella frazione di Arischia. Notevole fu anche il supporto psicologico per quelle persone, tutti segnali di sensibilitą, generositą e organizzazione, segnali che non cancelleranno mai la sofferenza ma che ci sono di conforto e ci investono di una responsabilitą enorme per la generazione di oggi e per quelle future".

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

condividi

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO