Ex Comunità montane, si va verso la liquidazione finale o un nuovo assetto

Conferenza stampa, questa mattina a Palazzo Vitale, sullo stato di attuazione della gestione liquidatoria delle soppresse Comunitą montane. Presenti, insieme al presidente Toma, i commissari Domenico Marinelli, Pompilio Sciulli, Giovancarmine Mancini, Carlo Antonio Perrella, i quali hanno fatto il punto della situazione e illustrato i risultati raggiunti a fronte di situazioni complesse e difficoltose.
Le ragioni in forza delle quali la Giunta regionale ha garantito la continuitą operativa delle attivitą liquidatorie, per il tempo strettamente necessario e residuale, quantificato in mesi sei, vanno inquadrate nella prospettiva dell'attivazione immediata dell'Ufficio stralcio regionale, della risoluzione delle volture, delle concessioni e dei contenziosi ancora da chiudere, nonché di tutti gli altri adempimenti funzionali alla liquidazione finale.
I prossimi sei mesi saranno decisivi e serviranno a capire se gli ex enti dovranno essere tutti soprressi o sarą possibile procedere ad un nuovo assetto. A tal riguardo, va detto che esiste una proposta di legge sulla quale dovrą esprimersi il Consiglio regionale, attualmente al vaglio della Prima Commissione.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

condividi

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO