Carresi, si riparte. Toma: bene immateriale da tutelare

La ripresa della macchina organizzativa delle Carresi bassomolisane e di quella di Chieuti dopo lo stop imposto dall'emergenza pandemica per ben due edizioni, le loro prospettive nell'immediato e a lungo termine, la conservazione e la valorizzazione del contesto culturale e sociale ad esse collegato, la cura e il benessere degli animali utilizzati nella gara, il rispetto delle norme a salvaguardia della pubblica incolumità sono stati i temi affrontati e dibattutti questo pomeriggio, presso il Palazzo municipale di San Martino in Pensilis, nel corso di un incontro tra il presidente della Regione Molise, Donato Toma, e i  rappresentanti delle associazioni delle Carresi. Presenti anche i sindaci dei Comuni interessati e il consigliere regionale del Pd, Vittorino Facciolla. 
Nel ricordare quanto il Governo regionale abbia fatto fin qui rispetto a questa importante tradizione identitaria, anche in termini di interventi finanziari, il governatore ha ribadito che da parte della Regione continueranno ad esserci l'attenzione e il sostegno che le Carresi meritano quale prezioso bene immateriale del Molise.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

condividi

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO