L'Agenda ONU 2030

 
 

Le tre dimensioni del futuro.

L'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile è un programma d'azione globale adottato all'unanimità dai 193 Paesi membri delle Nazioni Unite con la risoluzione 70/1 del 15 settembre 2015, in occasione dell'Assemblea Generale convocata per festeggiare il settantesimo anniversario, intitolata: "Trasformare il nostro mondo. L'Agenda per lo sviluppo sostenibile". Esso individua 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile - Sustainable Development Goals, SDGs - che gli Stati si sono impegnati a raggiungere entro il 2030, articolati a loro volta in 169 'target' o traguardi specifici, tra loro interconnessi e indivisibili, che costituiscono il nuovo quadro di riferimento per lo sviluppo sostenibile. Il carattere innovativo dell'Agenda 2030 e dei nuovi SDGs risiede nel superamento dell'idea di sostenibilità come questione a carattere unicamente ambientale e nell'affermazione di una visione olistica dello sviluppo, che bilancia le sue tre dimensioni - economica, sociale ed ambientale - fornendo un modello ambizioso di prosperità condivisa in un mondo sostenibile che si incardina sulle c.d. "cinque P": Persone, Pianeta, Prosperità, Pace, Partnership. Un'Agenda frutto di una visione storicamente rivoluzionaria che esprime un chiaro giudizio sull'insostenibilità dell'attuale modello di sviluppo, non solo sul piano ambientale, ma anche su quello economico e sociale e che per questo impone per la sua attuazione un forte coinvolgimento di tutte le componenti della società.

 
 

Documenti


 
 
 

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO