Legge Regionale 18 Settembre 1989, n° 19
La presente pubblicazione non riveste carattere di ufficialitą
TitoloNuova disciplina delle nomine di competenza della Regione
OggettoNomine di competenza della Regione - Disciplina
BollettinoBollettino Ufficiale n° 18 del 30/09/89
Catalogazione21.Ordinamento e organizzazione regionale e degli enti dipendenti e vigilati, organi della Regione, organizzazione degli uffici e politiche del personale, commissioni, comitati e consulte
AbrogazioniAbrogata intera legge dalla legge n. 13/2010 art. allegato uno


ART. 1
1. Le nomine esterne presso Enti, Istituti od Organismi Collegiali, di competenza del Consiglio regionale, non sono tra loro cumulabili.

ART. 2
1. Le persone nominate dal Consiglio regionale di cui all'art. 1 devono possedere specifici requisiti di professionalita' e competenza indicati nelle leggi istitutive di enti e commissioni ed inviare, qualora vengano richieste dall'Ufficio di Presidenza del Consiglio, una relazione annuale dell'attivita' svolta.
Copia della relazione viene trasmessa, a cura del Presidente del Consiglio, a tutti i Consiglieri regionali.
ART. 3
1. Salvo che singole norme non richiedono requisiti piu specifici, coloro che sono nominati dalla Regione, in organi di controllo contabile presso enti e societa' di diritto privato e pubblico, sono scelti tra gli iscritti all'elenco dei revisori ufficiali dei conti, all'ordine dei dottori commercialisti, degli avvocati e procuratori legali, al collegio dei ragionieri e periti commerciali, ovvero tra dipendenti - a riposo - della funzione dirigenziale delle pubbliche amministrazioni con mansioni amministrativo - contabili.

ART. 4
1. Per le nomine, le proposte o le designazioni dei presidenti e dei vicepresidenti degli enti ed istituti pubblici, anche economici, di competenza del Presidente della Regione, della Giunta regionale o dei singoli Assessori, deve essere acquisito preventivo parere della Commissione consiliare permanente competente per materia.
2. Si applicano, in quanto compatibili, le norme degli artt. 2, 3, 4, 5, 6, 8 e 9 della legge 24 gennaio 1978, n. 4.
3. Ove il parere non intervenga entro 30 giorni dalla richiesta, l'organo cui compete la nomina, la proposta o la designazione puo' provvedere anche in sua mancanza.
ART. 5
1. Alle persone nominate dalla Regione si applicano le disposizioni della legge 1 giugno 1977, n. 286 e successive integrazioni e modificazioni.
ART. 6
1. Sono abrogate le leggi regionali 6 dicembre 1976, n. 33 e 27 novembre 1980, n. 36.

ART. 7
1. La presente legge e' dichiarata urgente a i sensi dell'art. 127 della Costituzione e dell'art. 38 dello Statuto regionale ed entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.
2. E' fatto obbligo a chiunque spetti, di osservarla e di farla osservare come legge della Regione Molise.

© molisedati spa - tel. 0874 6191