Legge Regionale 27 Agosto 1973, n° 20
La presente pubblicazione non riveste carattere di ufficialitą
TitoloProvvedimenti per il miglioramento delle strutture agricole.
OggettoStrutture agricole - Realizzazione - Contributi - Concessione - Procedure
BollettinoBollettino Ufficiale n° 23 del 10/09/73
Catalogazione01.Agricoltura, foreste, zootecnia, bonifica e irrigazione
AbrogazioniAbrogata intera legge dalla legge n. 31/2000 art. art. 1, primo comma, lettera c)



Art. 1

Allo scopo di consentire la sollecita esecuzione di strade vicinali, interpoderali, poderali, acquedotti rurali, pozzi artesiani, ponticelli ed opere d'arte sono concessi contributi dalla Regione in conformita' e con l'osservanza delle disposizioni contenute nella legge 27 ottobre 1966, n. 910.

Art. 2

Per la costruzione di strade poderali e per approvvigionamenti idrici singoli e per i pozzi artesiani, sono concessi contributi del 50 per cento della spesa ritenuta ammissibile.

Per la costruzione ed il riattamento di strade vicinali ed interpoderali, ponticelli ed opere d'arte, nonche' per la costruzione di acquedotti rurali, a servizio di una pluralita' di aziende agricole, sono concessi contributi dell'87,50 per cento della spesa ritenuta ammissibile, semprech' la realizzazione delle opere sia promossa da cooperative, consorzi, enti pubblici e societa' comunque costituite.

Art. 3

L'istruttoria delle domande di finanziamento, di cui agli articoli precedenti, viene affidata agli uffici tecnici della Regione, operanti nel settore, che inoltreranno le pratiche, corredate del parere, alla Giunta Regionale che provvedera' alla emissione dei conseguenti provvedimenti.

Art. 4

La Giunta Regionale formula il programma di finanziamento degli interventi e, prima di adottare i conseguenti provvedimenti di approvazione, sente la Commissione consiliare permanente componente che esprime il proprio parere entro il termine perentorio di quindici giorni.

Il contributo e' concesso con decreto del Presidente della Giunta Regionale, su conforme deliberazione della Giunta stessa.

Art. 5

Nella concessione delle agevolazioni contributive di cui alla presente legge, sono rispettate le seguenti priorita':

1) - opere di viabilita' interpoderale e di approvvigionamento idrico richieste da titolari di aziende diretto-coltivatrici destinate a conseguire idonee condizioni di abitabilita' nelle aziende e nelle borgate rurali;

2) - opere di viabilita' interpoderale richieste da operatori agricoli associati ed opere di approvvigionamento idrico richieste da operatori singoli o associati e destinate alla realizzazione di iniziative per l'incremento delle produzioni nei settori della zootecnia e della bieticoltura;

3) - altre opere di viabilita' interpoderale e di approvvigionamento idrico collettive;

4) - opere di viabilita' poderale e di approvvigionamento idrico aziendali a servizio di aziende agro-silvo-zootecniche;

5) - altre opere di viabilita' poderale e di approvvigionamento idrico aziendale.

Nell'ambito delle priorita' sopra elencate verra' data la precedenza alla viabilita' minore a servizio di comprensori assoggettati ad interventi organici di riconversione e di ristrutturazione, con la utilizzazione associata dei terreni e delle attrezzature, promossi dalle Comunita' Montane, dall'Ente di Sviluppo, da Cooperative, da Consorzi e Societa'.

Art. 6

Per l'attuazione degli interventi di cui alla presente legge e' autorizzata la spesa di L. 700.000.000 sul Cap. 285 del bilancio 1972.

Per gli anni successivi, i fondi necessari, nei limiti delle disponibilita' di bilancio, faranno carico ai corrispondenti capitoli del bilancio della Regione Molise.

Art. 7

Con il provvedimento di approvazione del progetto puo' essere dichiarata la pubblica utilita' delle opere di miglioramento fondiario di competenza privata da eseguirsi nei comprensori di bonifica, anche prima dell'approvazione del piano di trasformazione, purche' le opere stesse non siano di esclusivo interesse di singole aziende.

La dichiarazione di urgenza e di indifferibilita' e' inserita nei provvedimenti di approvazione dei progetti.

Art. 8

La presente legge e' dichiarata urgente ai sensi dell'art. 127 della Costituzione e dell'art. 38 dello Statuto ed entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e farla osservare come legge della Regione Molise.


© molisedati spa - tel. 0874 6191