Legge Regionale 25 Giugno 1976, n░ 19
La presente pubblicazione non riveste carattere di ufficialitÓ
TitoloTrasferimento delle Comunita' Montane delle funzioni in materia di Bonifica Montana
OggettoComunita' Montane - Attribuzione di funzioni esercitate dai soppressi Consorzi di Bonifica Montana - Disciplina
BollettinoBollettino Ufficiale n░ 12 del 01/07/76
Catalogazione11.Enti locali, comunitÓ montane
ModificheModificato art. 4 dalla legge n. 22/1977 art. 1
Modificato art. 6 dalla legge n. 22/1977 art. 1


Art. 1

I Consorzi di Bonifica Montana costituiti ai sensi dell'art. 16 della legge 25 luglio 1952, n.991 che operano in comprensori di bonifica montana ricadenti interamente o parzialmente nel territorio regionale, sono soppressi ai sensi dell'art. 62 del R.D. 13 febbraio 1933, n. 215 e successive modifiche ed integrazioni.


Art. 2

Le funzioni esercitate dai predetti Consorzi di Bonifica Montana sono trasferite, con decreto del Presidente della Giunta Regionale, alle Comunita' Montane territorialmente competenti che subentrano ai Consorzi di Bonifica Montana in ogni rapporto amministrativo patrimoniale a decorrere dal trentesimo giorno dalla data di entrata in vigore della presente legge.


Art. 3

A tale effetto, qualora i preesistenti Consorzi di Bonifica Montana operino i comprensori di bonifica montana il cui territorio comprende piu' zone omogenee e le sue funzioni debbono essere trasferite a piu' Comunita' Montane, la regolazione tra gli Enti interessati dei rapporti patrimoniali ed amministrativi e' determinata con decreto del Presidente della Giunta Regionale, su conforme parere della Giunta stessa e sentita la competente Commissione consiliare, entro sessanta giorni dalla data di soppressione.


Art. 4

Il personale di ruolo e quello assunto a tempo indeterminato, in servizio presso i soppressi Enti alla data del 31 dicembre 1974, sara' collocato a domanda, da presentarsi entro il termine perentorio di trenta a giorni dall'entrata in vigore della presente legge nel ruolo unico regionale ed inquadrato nei livelli funzionali di cui all'art. 3 della legge regionale 31 agosto 1974, n. 11 e 12 sulla base della seguente tabella di equiparazione:

TABELLA A
-Categorie classi dei vigenti contratti collettivi nazionali di
lavoro per i dipendenti dei Consorzi di Bonifica Montana
Livelli Funzionali
-Categoria 2° Classe - 1° - 2° - 3° - 4° - 5° Concetto
-Categoria 3° Classe - 1° - 2° - 3° - 4° - So Esecutivo
-Categoria 4° A Classe 3a Ausiliario
Il personale di cui al primo comma del presente articolo e'
costituito da venti dipendenti e ripartito in categorie e classi
come risulta dalla seguente Tabella B:
TABELLA B
-Categorie e classi dei vigenti contratti collettivi nazionali di
lavoro per dipendenti dei Consorzi di Bonifica Montana
Numero dipendenti
-Categoria 2a Classe - 1° - 2° - 3° - 4° - 5°11
-Categoria 3a Classe - 1° - 2° - 3° - 4° - 5° 8
-Categoria 4° A Classe 3a 1 20

Il collocamento nel ruolo regionale decorre dalla data di entrata in vigore dalla presente legge.

Ai sensi dell'art. 3 della legge regionale 31 agosto 1974, nn. 11 e 12 per l' esso al livello di concetto e' richiesto il diploma di scuola media superiore; per l'accesso al lllo esecutivo diploma di scuola media inferiore; per l'accesso al livello ausiliario diploma di scuola dell'obbligo.

In difetto si fara' luogo all'attribuzione della qualifica immediatamente inferiore.


Art. 5

Al personale cosi' inquadrato, sara' attribuito il trattamento economico di cui all'art. 76 della legge regionale 31 agosto 1974, nn. 11 e 12.

Il servizio di ruolo prestato nella stessa carriera presso l'Ente di provenienza anteriormente alla data di inquadramento sara' valutato nella misura del 100%, sia agli effetti del passaggio alla seconda qualifica parametrale del livello di apparenza, sia agli effetti dell'attribuzione delle classi di stipendio e degli aumenti biennali.

Il servizio di ruolo prestato in carriera inferiore sara' valutato nella misura del 75% ai soli fini dell'attribuzione delle classi di stipendio e degli aumenti periodici.

Il servizio non di ruolo, comunque prestato, e', agli stessi fini del comma precedente, valutato nella misura del 50%.


Art. 6

In relazione a quanto previsto negli articoli precedenti, la dotazione organico provvisoria di cui all'art. 2 e Tabella A della legge regionale 31 agosto 1974, nn. 11 e e' modificata, in aumento, di 11 unita' per livello di concetto, di 8 unita' per il livello esecutivo, di 1 unita' per il livello ausiliario.


Art. 7

L'onere finanziario derivante dall'applicazione della presente legge, prevista in L.125.000.000 (centoventicinquemilioni), gravera' sugli appositi capitoli nn. 190-210 dello stato di previsione della spesa di cui al Titolo 1, Sezione 1, Rubrica n. 2, Settore I del Bilancio finanziario regionale per l'anno 1976.

Agli oneri per gli esercizi degli anni successivi si provvedera' con adeguati stanziamenti negli appositi capitoli dei rispettivi bilanci.


Art. 8

La presente legge regionale dichiarata urgente ai sensi dell'art. 127 della costituzione e dell'art. 38 dello Statuto ed entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione Molise.


© molisedati spa - tel. 0874 6191