Legge Regionale 20 Gennaio 1982, n° 4
La presente pubblicazione non riveste carattere di ufficialitą
TitoloModifiche della legge regionale n. 21 del 5 settembre 1978 - Norme relative alla dotazione dei mezzi necessari per il finanziamento e l'attivita' dei Gruppi Consiliari
OggettoGruppi consiliari - Dotazioni - Funzionamento - Disciplina - Modifiche
BollettinoBollettino Ufficiale n° 02 del 01/02/82
Catalogazione06.Consiglieri regionali e gruppi consiliari
AbrogazioniAbrogata intera legge dalla legge n. 20/1991 art. 9
ModificheModificato art. 1 dalla legge n. 13/1986 art. 1



Art. 1

L'art. 1 della legge regionale 5 settembre 1978. n. 21 e' sostituito dal seguente:

<<In attuazione dell'art. 11, 3° comma dello Statuto a ciascun Gruppo Consiliare, costituito a norma del 1° e 2° comma dello stesso articolo, oltre all'assegnazione di una sede idonea con le attrezzature e gli arredi necessari tenuto conto della disponibilita' dei locali e della consistenza numerica dei diversi Gruppi e' attribuito un contributo mensile netto, nella misura seguente:

a) una quota fissa di L. 800.000 (ottocentomila) per Gruppo;

b) una quota di L. 200.000 (duecentomila) per ogni unita' del Gruppo;

c) una quota di non oltre L. 800.000 (ottocentomila) mensili a rimborso di eventuali spese per stampa di leggi ed altro materiale di documentazione dell'attivita' dei Gruppi da diffondere nella societa' civile per stimolare la partecipazione alla vita della Regione, da e rogarsi con le modalita' di cui al successivo art. 4 secondo comma.

Per il funzionamento e la continuita' delle attivita' dei Gruppi consiliari e' altresi' destinato ai rispettivi uffici, su richiesta nominativo dei Presidenti dei Gruppi consiliari, personale dipendente o in servizio presso la Regione nei seguenti limiti:

a) un'unita' per ogni Gruppo consiliare quale che sia la sua consistenza numerica;

b) unita aggiuntive, comunque non superiori a tre, determinate dall'Ufficio di Presidenza del Consiglio, tenuto conto della consistenza numerica di ciascun Gruppo e previa intesa con i Gruppi medesimi.

Il personale assegnato ai Gruppi consiliari puo' essere trasferito ad altro Ufficio della Regione, previa deliberazione dell'Ufficio di Presidenza, sentiti i Presidenti dei Gruppi interessati e, comunque, garantendone la sostituzione.

Per i Gruppi monocellulari, l'Ufficio di Presidenza, su richiesta motivata dei Presidenti di Gruppo, puo' autorizzare l'utilizzazione di una seconda unita' per particolari prestazioni.

L'Ufficio di Presidenza, a richiesta dei Presidenti dei Gruppi e con propria deliberazione motivata, puo' concedere un contributo forfettario di L. 650.000 (seicentocinquantamila) mensili per ogni unita' di personale non assegnato.

Art. 2

Agli oneri derivanti dall'applicazione della presente legge si provvedera' con apposito stanziamento nel bilancio di previsione per l'anno di competenza.

Art. 3

La presente legge e' dichiarata urgente ai sensi dell'articolo 127, secondo comma, della Costituzione e dell'articolo 38 dello Statuto regionale ed entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione Molise.


© molisedati spa - tel. 0874 6191