REGOLAMENTO REGIONALE 20 ottobre 1999, n. 1.
La presente pubblicazione non riveste carattere di ufficialità
TitoloRegolamento di attuazione dell'articolo 35 della legge regionale n. 10/1995 ad oggetto: "Nuovo ordinamento della Formazione Professionale".
OggettoNuovo ordinamento della Formazione Professionale - REGOLAMENTO
BollettinoBollettino Ufficiale n° 20 del 30/10/1999
Catalogazione13.Formazione professionale, istruzione, assistenza scolastica, edilizia scolastica, università


Art. 1

1. La Giunta Regionale è autorizzata ad erogare incentivi finanziari, quale sostegno alle dimissioni volontarie, al personale degli Enti di Formazione Professionale in possesso dei seguenti requisiti:

a) iscrizione all'Albo di cui all'art. 26 L.R. 10/1995 ed in servizio alla data di presentazione dell'istanza;

b) anzianità di servizio nel Settore della Formazione Professionale di almeno 10 anni alla stessa data.


Art. 2

1. Gli incentivi vengono concessi sotto forma di contributo una tantum ad personam, su richiesta degli aventi titolo.

2. Il contributo una tantum non preclude il diritto del T.F.R. maturato fino alla data delle dimissioni. Il contributo sarà corrisposto in unica soluzione.

3. L'acquisizione degli incentivi di cui all'art. 35 della legge regionale n. 10/1995 comporta l'automatica esclusione da ogni successivo rapporto di lavoro o di collaborazione professionale, a qualunque titolo, con gli Enti del sistema regionale di Formazione Professionale, nell'ambito di attività formative comunque approvate o finanziate con risorse dell'Unione Europea, del Ministero del Lavoro o della Regione.


Art. 3

1. Gli incentivi di cui all'articolo 35 della legge regionale 10/1995 sono concessi in misura pari a 24 mensilità, calcolate in relazione alla posizione economica e normativa acquisita al 31 dicembre dell'anno precedente alla presentazione della domanda, al lordo degli emolumenti accessori e degli oneri riflessi.


Art. 4

1. Il beneficio di cui all'art. 35 della L.R. 10/1995 non è concesso nel quinquennio precedente la data di pensionamento obbligatorio.


Art. 5

1. Le istanze tendenti ad ottenere i benefici di cui all'articolo 3 vanno presentate, entro il termine del 31 marzo di ogni anno, al proprio Ente di appartenenza.

2. L'Ente, entro 15 giorni dalla ricezione, trasmette all'assessorato alla "Formazione Professionale" l'originale della domanda corredata dalla seguente documentazione:

a) stato matricolare dell'aspirante con più ampi e documentati elementi conservativi in ordine al suo status giuridico ed all'anzianità di servizio nell'ambito della "Formazione Professionale";

b) certificato di nascita dell'aspirante;

c) impegno del dipendente alle dimissioni volontarie dal servizio, al verificarsi dell'esito positivo dell'istanza, che sostituisce preavviso ai sensi del vigente C.C.N.L.;

d) certificazione dell'Ente attestante la inesistenza delle condizioni ostative di cui al precedente articolo 4.

3. La Giunta regionale accoglie, entro i limiti delle risorse disponibili, le richieste regolarmente formulate, sulla base di una graduatoria generale degli Enti da elaborare in sede concertativa con i rappresentanti delle organizzazioni sindacali e degli Enti stessi, secondo i criteri dell'anzianità di servizio nel settore della "Formazione Professionale" all'interno dei livelli funzionali di appartenenza e del mancato utilizzo nelle precedenti attività formative.


Art. 6


1. Entro 30 giorni dall'avvenuta liquidazione agli Enti degli incentivi di cui al recedente art. 3, gli stessi trasmettono all'Assessorato Regionale alla Formazione Professionale la documentazione attestante:

a) l'avvenuta liquidazione dell'incentivo al personale dimessosi dall'impiego;

b) l'avvenuta dimissione dall'impiego dei soggetti interessati.

2. Il mancato assolvimento degli adempimenti sopraindicati comporta la revoca del contributo.


Art. 7

1. Agli oneri derivanti dalla applicazione dell'art. 35 della L.R. 10/1995 e del presente regolamento si fa fronte con i rispettivi stanziamenti dei bilanci di competenza.

Il presente regolamento sarà pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Molise.


© molisedati spa - tel. 0874 6191