Legge Regionale del 26 Luglio 1994, n° 14
La presente pubblicazione non riveste carattere di ufficialità
TitoloModifiche ed integrazioni alla legge regionale 25 maggio 1990, n.26
OggettoSport - Impianti sportivi - Costruzione ampliamento e miglioramento - Contributi - Procedure - Modifiche
BollettinoBollettino Ufficiale n° 15 del 01/08/94
Catalogazione23.Ordinamento sportivo e promozione dello sport


ART. 1

1. La lettera a) del comma 1 dell'art. 2 della legge regionale 25 maggio 1990, n. 26, e' cosi' sostituita:

<<a) 1) a favore delle Province, dei Comuni, delle Comunita' Montane e dei consorzi fra Enti Locali con la concessione dell'eventuale garanzia fideiussoria e con il concorso fino al 5% sul tasso di interesse per i mutui che gli stessi andranno a contrarre per la costruzione, l'ampliamento ed il miglioramento di impianti sportivi, compreso l'acquisto dell'area;


    2) a favore dei soggetti indicati nel secondo comma dell'art. 3 della legge 24 dicembre 1957 n. 1295, come sostituito ed integrato da successive leggi, con la concessione dell'eventuale garanzia fidejussoria e con il concorso fino ad un massimo del 5% del tasso di interesse per mutui che gli stessi andranno a contrarre per la costruzione, ampliamento e miglioramento di impianti sportivi, compreso l'acquisto dell'area >>.

2. I mutui a favore degli Enti e dei soggetti di cui alla lettera a) del comma 1 dell'art. 2 della legge regionale 25 maggio 1990, n. 26, come sostituita dal comma della presente legge, individuati nel piano annuale di intervento approvato dalla Giunta regionale, possono essere concessi dall'Istituto per il Credito Sportivo con il quale la Regione stipulera' appossita convenzione.

3. Lo stesso concorso sul tasso di interesse viene concesso a favore degli Enti di cui al punto 1 della lettera a) del comma 1 dell'art. 2 della legge regionale 25 maggio 1990, n. 26, come sostituita dal comma 1 della presente legge, che contrarranno mutui con la Cassa depositi e prestiti.


Art. 2

1. La lettera f) del comma 1 dell'art. 2 della legge regionale 25 maggio 1990, n. 26, è cosi' sostituita:

<< f) 1) a favore di societa', regolarmente costituite, anche senza personalita' giuridica, ed effettivamente operanti sul territorio, con la concessione di contributi per l'organizzazione o lo svolgimento di attivita' sportive a carattere dilettantistico per gli sports dei disabili;

2) a favore del Comitato regionale della Federazione per gli sports dei disabili, con la concessione di contributi per corsi di formazione degli istruttori ed assistenti specializzati >>.


Art. 3


1. L'articolo 4 della legge regionale 25 maggio 1990, n. 26, e' abrogato.

2. L'articolo 5 della legge regionale 25 maggio 1990, n. 26, e' sostituito dal seguente:

<<Art. 5

1. Per essere ammessi al beneficio di cui al punto 1) della lettera a) del comma 1 dell'art. 2 della presente legge, gli Enti interessati, entro e non oltre il 30 settembre di ciascun anno, devono produrre all'Assessorato regionale competente istanza corredata di:

a) progetto generale di massima dell'opera con il parere tecnico del CONI, adeguato alle norme di legge per l'abbattimento delle barriere architettoniche;

b) relazione illustrativa dalla quale risultino i dati sulla popolazione, sugli insediamenti residenziali e produttivi esistenti nell'ambito del territorio di competenza dell'Ente sui servizi pubblici esistenti, sulla localizzazione dell'impianto richiesto e sul regime urbanistico dell'area individuata.

2. Per l'acquisto delle aree occorrenti per gli impianti sportivi valgono le norme che regolano l'esecuzione delle opere pubbliche.

3. Per essere ammessi al beneficio di cui al punto 2) della lettera a) del comma 1 dell'art. 2 della presente legge i soggetti interessati, entro e non oltre il 30 settembre di ciascun anno, devono produrre all'Assessorato regionale competente istanza corredata di:

a) progetto generale di massima dell'opera, con il parere del CONI, adeguto alle norme per l'abbattimento delle barriere architettoniche;

b) dichiarazione del Sindaco dal quale risulti che l' area interessata rientri in zona destinata ad impianti sportivi;

c) riconoscimento personalita' giuridica;

d) situazione patrimoniale e finanziaria;

4. Sulla base delle istanze pervenute improrogabilmente entro il termine di cui al comma precedente l' Assessorato Regionale allo Sport, sentita la Commissione consultiva per lo sport, di cui all'art. 15, predispone la proposta di piano da trasmettere entro fine anno alla Giunta regionale >>.


Art. 4

1. L'articolo 6 della legge regionale 25 maggio 1990, n. 26, e' abrogato.

2. L'articolo 7 della legge regionale 25 maggio 1990, n. 26, e' sostituito dal seguente:

<<Art. 7

1. La Giunta regionale, tenuto conto del piano programmatico dello sport, ove vigente, approva, entro il 31 maggio, il piano annuale, sentita la competente Commissione consiliare.

2. La Regione provvedera' ad escludere dal piano annuale gli Enti e i soggetti di cui alla lettera a) del comma 1 dell'art. 2 della presente legge che non avranno stipulato il mutuo entro 6 mesi dalla data di notifica del piano stesso>>.


Art. 5

1. I commi 3 e 4 dell'art. 15 della legge regionale 25 maggio 1990, n. 26, sono sostituiti dai seguenti:

<<3. Ai componenti la Commissione compete l'indennita' pari a L. 50.000 lorde per seduta, oltre al rimborso delle spese di viaggio e all'indennita' di trasferta, se dovuta.

4. Ai componenti la Commissione, dipendenti regionali, compete il solo rimborso delle spese di viaggio.

5. La Commissione consultiva, oltre ad esprimere il prescritto parere sui programmi regionali, ha facolta' di proposta e di relazione sullo stato delle attivita' sportive nella regione >>.


Art. 6

1. In fase di prima applicazione della presente legge, gli interessati possono produrre domanda entro 60 giorni dall'entrata in vigore della legge stessa.

2. Fino all'approvazione del piano programmatico dello Sport, il piano annuale per l'impiantistica sportiva, proposto dalla Giunta, e' approvato dal Consiglio Regionale. Dopo l'approvazione del piano programmatico, la Giunta Regionale, seguendone le indicazioni, sentita la competente Commissione Consiliare, approva, entro il 31 maggio, il piano annuale per l'impiantistica sportiva.


Art. 7

1. La presente legge e' dichiarata urgente ai sensi dell' art. 127 della Costituzione e dell'art. 38 dello Statuto ed entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Molise.

2. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e farla osservare come legge della Regione Molise.


© molisedati spa - tel. 0874 6191