Regolamento regionale 15 gennaio 1996 n.2
La presente pubblicazione non riveste carattere di ufficialità
TitoloRegolamento di attuazione dell'articolo 10 della legge 26 novembre 1992, n. 468 recante <>
OggettoDisciplina delle cessioni ed affitto delle quote latte
BollettinoBollettino Ufficiale n° 02 del 01/02/96
Catalogazione01.Agricoltura, foreste, zootecnia, bonifica e irrigazione



Regolamento regionale 15 gennaio 1996 n.2


Art. 1

Fatto salvo quanto disposto dalla legge n. 468/92, la cessione o l'affitto di << Quote latte >> può avvenire a condizione che l'azienda del produttore acquirente e l'azienda del produttore cedente siano ubicate nella Regione Molise e senza comportare spostamenti di quote dalle aree montane o svantaggiate ad altre aree e viceversa, con eccezione degli spostamenti derivanti da acquisti o affitto di quote da parte di acquirenti la cui azienda ricade in zone montane.


Art. 2

La cessione o l'affitto di quote aggiuntive a quelle inizialmente disponibili può avvenire purché l'azienda agricola acquirente abbia una produzione lattiera non superiore a 30 (trenta) tonnellate annue per ettaro di S.A.U. (superficie agraria utilizzata), con esclusione di quella destinata a bosco, a frutteti ed a colture arboree, ed a condizione che con l'acquisto non venga superato il predetto limite.


Art. 3

La riserva regionale di cui al comma 10 dell'art. 10, costituita presso la Regione Molise, viene attribuita secondo i seguenti criteri:

a) Ai giovani agricoltori in possesso dei requisiti di cui all'art. 10 del Regolamento (CEE) n. 2328/91;

b) Ai conduttori di aziende agricole che abbiano presentato il piano di miglioramento aziendale di cui al Regolamento (CEE) n. 2328/91;

c) Ai produttori le cui aziende siano ubicate in zona di montagna ed il cui centro aziendale e le cui S.A.U. ( con esclusione di quella a coltura arborea ) ricadono per oltre il 50% nei territori delimitati ai sensi dell'art. 3 della direttiva (CEE) n. 75/68 e classificate tali dalla direttiva (CEE) n. 275/75 e successive modificazioni.

L'attribuzione dei quantitativi di cui alla riserva regionale verrà effettuata sulla base dei seguenti criteri oggettivi di proprietà ed in seguito alla redazione della relativa graduatoria approvata dall'Assessore alle Risorse Agricole Forestali:

1) Giovani agricoltori, titolari di quota, le cui aziende ricadono in zona montana o svantaggiata punti 10

2) Giovani agricoltori, non titolari di quota, le cui aziende ricadono in zona montana o svantaggiata punti 9

3) Produttori, titolari di quota, le cui aziende, suscettibili di sviluppo, ricadono in zona montana o svantaggiata punti 8

4) Giovani agricoltori, titolari di quota, le cui aziende ricadono in zone non classificate né montane né svantaggiate punti 7

5) Giovani agricoltori, non titolari di quota le cui aziende ricadono in zone non classificate né montane né svantaggiate punti 6

6) Produttori, titolari o non titolari di quota, le cui aziende ricadono in zona montana punti 5

7) Produttori, titolari di quota, le cui aziende, suscettibili di sviluppo, non ricadono in zona né montana né svantaggiata punti 4

A parità di punteggio, si terrà conto della data di presentazione della domanda e, in caso di eventuale ulteriore parità, è prevista la priorità per l'assegnazione della minore quota richiesta. Le domande per l'assegnazione nuove quote o di quote aggiuntive dovranno essere presentate all'Assessorato alle Risorse e Forestali che provvederà ad istruirle per mezzo dei propri servizi ed a relazionare all'Assessore competente entro trenta giorni dalla acquisizione al protocollo assessorile.

Saranno redatte graduatorie per aree territoriali provinciali (Campobasso ed Isernia).

All'assegnazione dei quantitativi individuali si procederà sulla base della comparazione tra le graduatorie suddette e le disponibilità recate dalla riserva regionale distinta per quantitativi provinciali resisi disponibili.

Di dare atto che il presente provvedimento non prevede oneri finanziari per la Regione Molise.

Il presente regolamento sarà pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Molise.


© molisedati spa - tel. 0874 6191