Legge Regionale 11 Dicembre 1976, n° 36
La presente pubblicazione non riveste carattere di ufficialitą
TitoloModifiche alla legge regionale 15 gennaio 1975, n. 5 , contenente norme sul fondo regionale per l'assistenza ospedaliera
OggettoVariazioni di bilancio regionale - Modifiche
BollettinoBollettino Ufficiale n° 23 del 16/12/76
Catalogazione07.Contabilitą e contratti, bilanci, manovre finanziarie, armonizzazione dei bilanci pubblici e coordinamento della finanza pubblica
AbrogazioniAbrogata intera legge dalla legge n. 13/2010 art. allegato uno



Art. 1

Alla legge regionale 15 gennaio 1975, n. 5 contenente norme sul fondo regionale per l'assistenza ospedaliera sono apportate le seguenti modifiche ed integrazioni:

1) Il secondo comma dell'art. 1 é soppresso e sostituito dal seguente:

<<Il fondo e' iscritto in apposito capitolo di bilancio incluso fra le entrate del titolo secondo>>.

2) L'art. 4 e' soppresso e sostituito dal seguente:

<<Nello stato di previsione della spesa dei bilanci della Regione e' stanziata, tra le spese per l'adempimento delle funzioni normali d'investimento, una somma pari all'entita' complessiva delle entrate di cui all'art. 2, ripartite in distinti capitoli rispettivamente concernenti:

a) le spese correnti degli Enti Ospedalieri;

b) le spese derivanti dalle convenzioni stipulate dalla Regione a norma dell'art . 18, primo comma del D.L. 8 luglio 1974, n. 264 convertito nella legge 17 agosto 1974, n.386 nelle quali la Regione e' subentrata all'Ente mutualistico stipulante, a norma del terzo comma dello stesso art. 18; quelle relative all'assistenza indiretta erogata dalla Regione; quelle relative all'assistenza ospedaliera all'Estero erogata dalla Regione a favore degli aventi diritto che si trovino fuori del territorio nazionale per ragioni di lavoro, ai sensi dell'art. 12, secondo, terzo e quinto comma del predetto D.L. n. 264;

c) le spese per investimenti nel settore ospedaliero finanziati con una quota del fondo nazionale per l'assistenza ospedaliera ai sensi dell'art. 14 primo comma del D.L. 8 luglio 1974, n. 264, convertito nella legge 17 agosto 1974, n. 386;

d) gli oneri relativi alla formazione del personale ospedaliero;

e) il fondo di riserva di cui al successivo art. 8>>.

3) L'art. 5 e' soppresso e sostituito dal seguente: <<Lo stanziamento di cui alla lettera c) del precedente art. 4 e' determinato annualmente con la legge di approvazione del bilancio in misura non superiore al 25% della quota attribuita alla Regione, per ciascun esercizio, del fondo nazionale per l'assistenza ospedaliera ed e' destinato prioritariamente al pagamento delle rate di ammortamento dei mutui egli altri prestiti pluriennali stipulati dagli Enti Ospedalieri.

La restante parte dello stanziamento di cui al primo comma e' destinata a nuovi investimenti ed e' ripartita secondo le norme che saranno emanate sul finanziamento degli investimenti per l'attuazione del piano ospedaliero.

Sino all'approvazione delle norme di cui al precedente comma, la restante parte dello stanziamento e' destinata al finanziamento dei provvedimenti di spesa non corrente autorizzati a norma dell'art. 2 della legge regionale 2 settembre 1974, n. 13>>.

4) L'art. 6 e' sostituito dal seguente:

<<Lo stanziamento di cui alla lettera d) del precedente art. 4 e' determinato misura non superiore al 4% della quota attribuita alla Regione, per ciascun esercizio, del fondo nazionale per l'assistenza ospedaliera ed e' destinato alla formazione del personale ospedaliero anche mediante la concessione di assegni di studio>>.

5) L'art. 7 e' abrogato.

6) il primo comma dell'art. 8 e' sostituito dal seguente: <<Il fondo di riserva di cui alla lettera e) del precedente art. 4 e' determinato in misura non superiore al 4% della quota attribuita alla Regione, per ciascun esercizio, di fondo nazionale per l'assistenza ospedaliera ed e' destinato a far fronte ai maggiori neri che si verifichino nel corso dell'esercizio per le spese di cui alle lettere a), b), c), d) ed e) del precedente art. 4>>.

7) L'art. 11 e' modificato come segue:

-alla lettera b) dopo la parola <<consulenza>> sono aggiunte le seguenti parole: "e di prestazioni ad orario per gli allievi della fascia paramedica>>.

8) All'art. 18 e' aggiunto il seguente comma:

<<La Giunta Regionale, d'intesa con la competente Commissione Consiliare, determina inoltre:

a) il numero, l'entita', la spesa complessiva e le modalita' di concessione ed erogazione degli assegni di studio di cui al precedente art. 6;

b) lo schema delle convenzioni e l'onere complessivo delle spese per le prestoni di lavoro ad orario di cui alla lettera b) del precedente art. 11>>.

Art. 2

La presente legge e' dichiarata urgente ai sensi dell'art. 127 della Costituzione e dell'art. 38 dello Statuto Regionale ed entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione Molise.


© molisedati spa - tel. 0874 6191