Legge Regionale 8 Novembre 1972, n° 6
La presente pubblicazione non riveste carattere di ufficialitą
TitoloProvvedimenti in favore della zootecnia.
OggettoZootecnia - Contributi - Destinatari - Determinazione
BollettinoBollettino Ufficiale n° 13 del 19/05/73
Catalogazione01.Agricoltura, foreste, zootecnia, bonifica e irrigazione
AbrogazioniAbrogata intera legge dalla legge n. 27/1979 art. 12



Art. 1

Le disposizioni della presente legge sono dirette ad incoraggiare lo sviluppo ed il miglioramento del patrimonio zootecnico della Regione mediante la concessione di contributi e concorsi ad allevatori singoli od associati, con preferenza ai coltivatori diretti, ai mezzadri e agli agricoltori, secondo le norme di cui agli articoli seguenti.

Art. 2

Per l'acquisto di riproduttori maschi e femmine di soggetti di razze pregiate bovine, ovine, suine ed equine saranno concessi contributi nella misura del 35% sulla spesa riconosciuta ammissibile dalla Giunta regionale e calcolata sulla base del prezzo medio di mercato.

Tale contributo potra' essere elevato fino al 50% quando trattasi di soggetti destinati alle stazioni di monta facenti parte dei nuclei di selezione o dei centri di fecondazione artificiale, nonche' per l'acquisto di soggetti di nuove razze suine ed ovine.

Art. 3

Sulle spese di allevamento del giovane bestiame femminile nato in selezione nella Regione da soggetti iscritti ai libri genealogici sara' concesso un concorso sulle spese di mantenimento nella misura di lire 90.000 purche' siano al 5° mese di gravidanza e non abbiano superato i 30 mesi di eta'.

Art. 4

Al fine di conservare, migliorare e diffondere le piu' pregiate razze ovine della Regione sara' concesso un premio di incentivazione, nella misura di lire 10.000 a capo femmina, agli allevatori, secondo i criteri di preferenza stabiliti dall'art. 1, che provvederanno all'allevamento di un minimo di 20 capi pregiati, nati nel loro gregge, purche' si impegnino a mantenere i soggetti fino al primo parto.

Art. 5

Allo scopo di diffondere la pratica della fecondazione artificiale e di quella naturale praticata con soggetti capi nucleo, saranno concessi contributi fino a al 50% delle tariffe stabilite.

Tale contributo puo' essere elevato fino al 90% se trattasi di fecondazione artificiale effettuata con seme di particolare valore genetico da utilizzare per eventuali fini sperimentali.

Art. 6

Fino a quando la Regione non disporra' diversamente, alle Associazioni Provinciali degli Allevatori che operano per il miglioramento del settore zootecnico saranno concessi contributi fino al 90% delle spese, preventivamente approvate dalla Giunta regionale e dalla stessa liquidate bimestralmente a seguito di rendiconto, per la tenuta dei libri genealogici e dei controlli funzionali.

Art. 7

La Giunta regionale e' autorizzata ad erogare contributi per le spese di organizzazione e premi di mercato in occasione di mostre e manifestazioni zootecniche entro i limiti e le disponibilita' di bilancio.

Art. 8

I provvedimenti con cui si dispongono le erogazioni previste dalla presente legge dovranno essere pubblicati bimestralmente sul Bollettino Ufficiale della Regione.

Art. 9

I fondi necessari per l'attuazione delle predette iniziative faranno carico per gli artt. 2, 3 e 4 al Capitolo 303 del bilancio 1972 della Regione e per gli artt. 5 e 6 al Capitolo 299 dello stesso bilancio.

Art. 10

La presente legge e' dichiarata urgente ed entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione ed e' fatto obbligo a chiunque di osservarla e farla osservare come legge della Regione Molise.


© molisedati spa - tel. 0874 6191