Legge Regionale 3 Agosto 1987, n° 10
La presente pubblicazione non riveste carattere di ufficialitą
TitoloModifiche ed integrazioni alla legge regionale 26 ottobre 1984, n. 28.
OggettoEdilizia abitativa - Interventi - Tipologia - Destinatari - Requisiti - Canoni
BollettinoBollettino Ufficiale n° 15 del 14/08/87
Catalogazione03.Assistenza abitativa
AbrogazioniAbrogata intera legge dalla legge n. 12/1998 art. 31



Art. 1

I commi 3 e 4 dell'articolo 28 della legge regionale 26 ottobre 1984, n. 28 sono abrogati e cosi' sostituiti:

<<Il costo base al metro quadrato degli alloggi ultimati entro il 31 dicembre 1975, determinati a norma dell'articolo 14 della legge 27 luglio 1978, n. 392 >> e' abbattuto del 15%";

<<Ai fini dell'applicazione della presente legge per gli immobili ultimati dopo il 31 dicembre 1975 il costo base di produzione stabilito annualmente ai sensi dell'articolo 22 della legge n. 392/1978 e' abbattuto nella misura del 50%>>.

Art. 2

Il primo comma dell'articolo 29 della legge regionale 26 ottobre 1984, n. 28 e' soppresso e cosi' sostituito:

<<Per la determinazione del canone di locazione degli alloggi, gli enti gestori riducono il canone definito ai sensi degli articoli precedenti alle percentuali sottoindicate, sulla base del reddito complessivo del nucleo familiare di ciascun assegnatario:

A) i pensionati ed i minori privi di redditi propri sono collocati nelle seguenti fasce di reddito, con le relative percentuali;

A1) al 15% gli assegnatari con reddito annuo complessivo effettivo del nucleo familiare e/o dei conviventi derivante esclusivamente da pensioni e/o da sussidi, percepiti a qualsiasi titolo, compresi quelli esentasse, non superiori ad una pensione minima I.N.P.S. per la generalita' dei lavoratori;

A2) al 25% assegnatari con reddito annuo complessivo effettivo del nucleo familiare e/o dei conviventi derivante esclusivamente da pensioni e/o da sussidi, percepiti a qualsiasi titolo, compresi quelli esentasse, non superiori ad una pensione minima I.N.P.S. per la generalita' dei lavoratori, aumentato dell'importo di un pensione sociale;

B) ai nuclei familiari con un reddito valutabile fra zero ed il limite di reddito per l'assegnazione maggiorato del 25%;

B1) al 33% gli assegnatari con reddito annuo complessivo effettivo del nucleo familiare e/o dei conviventi non superiore al limite di assegnazione diminuito del 40%;

B2) al 60% gli assegnatari con reddito annuo complessivo effettivo del nucleo familiare o dei conviventi compreso fra l'importo di cui al precedente punto B1) e il limite di assegnazione;

B3) al 90% gli assegnatari con reddito annuo complessivo effettivo del nucleo familiare o dei conviventi compreso fra il limite di cui al precedente punto B2) ed il limite di maggiorazioni aumentato del 25%;

C) al 100% agli assegnatari con reddito annuo complessivo del nucleo familiare superiore all'importo di cui al precedente punto B3), fino al limite di decadenza.

Art. 3

Al secondo comma dell'articolo 30 della legge 26 ottobre 1984, n. 28, le parole <<sulla base del 75%>> sono sostituite dalle parole <<sulla base del 50%>>.

Art. 4

La presente legge e' pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione.

E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione Molise.


© molisedati spa - tel. 0874 6191