Legge Regionale 21 Maggio 1980, n° 18
La presente pubblicazione non riveste carattere di ufficialitą
TitoloInterventi straordinari per la valorizzazione archeologica del territorio di Sepino
OggettoAltilia - Patrimonio archeologico - Valorizzazione - Interventi straordinari - Procedure
BollettinoBollettino Ufficiale n° 11 del 31/05/80
Catalogazione38.Valorizzazione dei beni culturali e ambientali, impatto ambientale
AbrogazioniAbrogata intera legge dalla legge n. 13/2010 art. allegato 1



Art. 1

Nel quadro degli interventi regionali intesi a valorizzare il patrimonio archeologico di Altilia e ad ampliare il relativo Museo, la Regione concorre con le provvidenze di cui alla presente legge a che la Soprintendenza per i Beni Ambientali, Architettonici, Archeologici, Artistici e Storici ottenga la piena disponibilita' dei beni compresi nel perimetro delle mura di Saepinum.

A tal fine concede, a favore dei soggetti espropriati di beni compresi nella predetta area, un sussidio di sistemazione correlato al valore del bene espropriato, al reddito del nucleo familiare e al numero dei componenti dello stesso.

Art. 2

La Giunta Regionale adotta disposizioni per l'attuazione della presente legge sentita la Commissione Consiliare competente, stabilendo le modalita' per l'inoltro delle domande degli aventi diritto alle provvidenze di cui al precedente articolo 1 nonche' la documentazione da esibire.

Art. 3

All'esame delle domande provvedera', in via istruttoria, apposita Commissione, nominata con decreto del Presidente della Giunta Regionale e cosi' composta:

-dall'Assessore Regionale all'Agricoltura e Foreste o da un suo delegato-Presidente;

-dal responsabile del settore Agricoltura e Bonifica;

-dal responsabile del settore Lavori pubblici regionali e degli Enti locali.

Le funzioni di segretario sono assolte da un funzionario avente qualifica non inferiore a Consigliere designato dall'Assessore Regionale all'Agricoltura e Foreste.

Art. 4

Con decreto del Presidente della Giunta Regionale su conforme delibera della Giunta stessa viene disposta l'erogazione dei contributi straordinari agli aventi diritto.

Art. 5

Gli oneri derivanti dalla presente legge sono finanziati con quota parte dei fondi attribuiti alla Regione ai sensi dell'art. 9 della legge 16 maggio 1970, n. 281.

Nello stato di previsione della spesa per l'esercizio finanziario 1980 sono introdotte le seguenti variazioni:

a) in aumento:

Titolo II-Rubrica n. 12-Settore 1 nuovo Capitolo n. 39800 <<Indennita' di prima sistemazione a favore degli espropriati della zona archeologica di Altilia in Comune di Sepino>> con uno stanziamento di competenza e una dotazione di cassa di Lire 210.000.000;

b) in diminuzione:

Titolo II-Rubrica n. 12-Settore 1 Capitolo 43010 <<Contributi in conto capitale per la realizzazione di opere di distribuzione delle acque a carattere aziendale o interaziendale, comprese tutte le relative apparecchiature e attrezzature nonche' la sistemazione del terreno (legge regionale 5 settembre 1978, n. 24 art. 3 lett.a); art. 4 - 1° comma legge regionale 5 settembre 1978, n. 23) riduzione degli stanziamenti di competenza e di cassa- L. 210.000.000>>.

ART. 6

La presente legge e' dichiarata urgente ai sensi dell'art. 127 della Costituzione e dell'art. 38 dello Statuto ed entra in vigore lo stesso giorno della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione Molise.


© molisedati spa - tel. 0874 6191