Legge Regionale 24 Gennaio 1980, n° 2
La presente pubblicazione non riveste carattere di ufficialitą
TitoloDisciplina dell'Ippicoltura
OggettoZootecnia - Disciplina
BollettinoBollettino Ufficiale n° 02 del 01/02/80
Catalogazione37.Tutela della salute umana, animale e dell'ambiente, servizio sanitario, alimentazione
01.Agricoltura, foreste, zootecnia, bonifica e irrigazione
AbrogazioniAbrogata intera legge dalla legge n. 31/2000 art. art. 1, primo comma, lettera y
ModificheModificato art. 2 dalla legge n. 9/1981 art. 1
Modificato art. 2 dalla legge n. 11/1989 art. 1



Art. 1

In attuazione dell'art. 75 del D.P.R. 24 luglio 1977, n. 616, ed in attesa di un'organica disciplina concernente l'ippicoltura, le funzioni amministrative di cui agli articoli 1 e 4 della legge 3 febbraio 1963, n. 127, gia' svolte nell'ambito della Regione Molise dall'Isituto di Incremento Ippico di Foggia, sono esercitate dalla Giunta Regionale attraverso gli uffici del settore <<zootecnia>>.

Art. 2

A tal fine e' istituita presso l'Assessorato competente in materia una Commissione, nominata dalla Giunta Regionale, con il compito di esprimere il parere sul rilascio delle autorizzazioni all'istituzione di stazioni di fecondazione equina e di provvedere all'approvazione di cavalli ed asini stalloni con esclusione dei cavalli da corsa.

La Commissione ha competenza sull'intero territorio ed e' composta: dall'Assessore preposto al settore competente o dal funzionario coordinatore da lui delegato che la presiede, dai funzionari responsabili dei settori.Sanita', Veterinaria e Agricoltura e Bonifica da un allevatore designato dalle organizzazioni regionali dell'Associazione Nazionale Allevatori.

Le funzioni di segretario sono svolte da un dipendente dell'Assessorato competente.

I componenti la Commissione durano in carica tre anni e possono, alla scadenza, essere confermati.

Al componente la Commissione estraneo all'Amministrazione Regionale spettano, per la partecipazione a sedute della Commissione medesima, le somme giornaliere previste dall'art. 2, 1° comma, della legge regionale 2 settembre 1977, n. 27.

Art. 3

Per quanto non in contrasto con la presente legge, si applicano nella materia le disposizioni, gli obblighi e le sanzioni previste dalla legge 3 febbraio 1963, n. 127 e dal D.P.R. 2 novembre 1964, n.1618.

Art. 4

Il personale proveniente dal ruolo organico del Ministero dell'Agricoltura e Foreste, gia' in servizio presso l'Istituto di Incremento Ippico di Foggia, e' inquadrato, a domanda, nei ruoli dell'Amministrazione Regionale.

La domanda di inquadramento deve essere presentata, a pena di decadenza, entro trenta giorni dall'entrata in vigore della presente legge.

L'inquadramento definitivo di detto personale, la cui decorrenza e' fissata dall'entrata in vigore della presente legge, sara' effettuato con la legge regionale di attuazione del D.P.R. 1° giugno 1979, n.191, garantendo comunque al medesimo le posizioni giuridiche ed economiche conseguite. Nel frattempo ad esso continuano ad applicarsi le norme sul trattamento di attivita' dei dipendenti dello Stato.

Per quanto concerne le norme relative al trattamento economico di previdenza, assistenza e quiescenza si applicano invece le disposizioni regionali vigenti in materia.

Art. 5

Agli oneri derivanti dall'applicazione della presente legge si fa fronte con quota parte del fondo attribuito alla Regione dall'articolo 8 della legge 16 maggio 1970, n. 281.

A partire dall'esercizio 1980, le stesse leggi approvative dei bilanci provvederanno a determinare la quota annuale di spesa derivante dall'art. 2 della presente legge.

Art. 6

La presente legge e' dichiarata urgente ai sensi dell'articolo 127, secondo comma, della Costituzione e dell'articolo 38 dello Statuto Regionale, ed entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e farla osservare come legge della Regione Molise.


© molisedati spa - tel. 0874 6191