Legge Regionale 12 Gennaio 1990, n° 2
La presente pubblicazione non riveste carattere di ufficialitą
TitoloModifica alla legge regionale n. 5 del 10 febbraio 1978, recante lnterventi a favore della cooperazione agricola.
OggettoCooperazione agricola - Credito di esercizio - Modifiche - Attivita' di divulgazione e propaganda - Modifiche
BollettinoBollettino Ufficiale n° 01 del 16/01/90
Catalogazione01.Agricoltura, foreste, zootecnia, bonifica e irrigazione
18.Lavoro, cooperazione, politiche dell'occupazione e previdenza complementare e integrativa
AbrogazioniAbrogata intera legge dalla legge n. 31/2000 art. art. 1, primo comma, lettera vv)


ART. 1
Il primo comma dell'art. 4 della legge regionale 10 febbraio 1978, n. 5 e' cosi' sostituito:
<< Le Cooperative agricole e loro Consorzi, le Associazioni dei produttori agricoli riconosciute ai sensi della legge regionale n. 23 del 28 agosto 1984, possono beneficiare delle agevolazioni stabilite per le operazioni di credito agrario di esercizi, ai sensi della legge 5 luglio 1928, n.1760, per i prestiti destinati:
a) all'acquisto collettivo di mezzi utili alla gestione delle aziende agrarie dei soci;
b) all'acquisto di mezzi utili per la conduzione associata dei terreni e degli allevamenti;
c) all'acquisto delle materie prime e sussidiarie occorrenti per la raccolta, conservazione, lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, zootecnici e forestali;
d) all'erogazione di anticipazioni ai soci sui prodotti agricoli conferiti per la conservazione, lavorazione, trasformazione e commercializzazione collettiva;
e) all'acquisto di scorte vive e morte per gli allevamenti associati, ai sensi della legge 8 agosto 1957, n. 777 e successive modificazioni ed integrazioni>>.
ART. 2
L'articolo 8 della legge regionale 10 febbraio 1978, n. 5 e' sostituito dal seguente:
1) Per le iniziative relative a programmi di divulgazione, informazione e propaganda per la commercializzazione dei prodotti agricoli e zootecnici, puo' essere concesso un contributo in conto capitale fino al 75% della spesa ammissibile e, comuunque, per un importo annuo non superiore a 150 milioni e per non piu' di tre anni consecutivi. Il contributo di cui al precedente comma e' concesso alle Cooperative agricole e loro Consorzi nonche' alle Societa' nelle quali, l'Ente Regionale di Sviluppo Agricolo per il Molise, insieme ad altri Enti di Sviluppo e finanziarie pubbliche ed alle Cooperative agricole e loro consorzi, detengano singolarmente o congiuntamente la maggioranza del capitale azionario.
2) Per la partecipazione a mostre, fiere e rassegne volte alla valorizzazione dei prodotti agricoli e zootecnici, il contributo pu• essere elevato fino al 90% della spesa ammissibile e, comunque, per un importo non superiore a 50 milioni per ogni iniziativa.
3) Alle organizzazioni regionali delle cooperative agricole aderenti agli organismi nazionali giuridicamente riconosciuti ai sensi dell'art. 5 del D.L.C.P.S. 14 dicembre 1947, n. 1577, che contino, nella Regione Molise, fra i propri associati non meno di 7 cooperative agricole con numero minimo di 500 soci complessivi ed un fatturato non inferiore a 3.000 milioni di lire, e' concessa una sovvenzione ordinaria annuale per lo svolgimento dei compiti di istituto e per l'attuazione di programmi intesi a promuovere e a sostenere la cooperazione agricola per le seguenti iniziative:
a) la diffusione dei principi cooperativi e l'attivita' promozionale;
b) l'organizzazione di servizi per l'assistenza tecnica e contabile alle cooperative;
c) la formazione e l'aggiornamento dei quadri dirigenti delle cooperative;
d) le attivita' indicate nel precedente comma.
La sovvenzione di cui trattasi e' disposta in misura direttamente proporzionale al numero delle cooperative agricole aderenti a ciascuna organizzazione, al numero complessivo dei soci ed al volume di attivita' delle cooperative stesse operanti in ambito regionale fino al massimo dell'80% della spesa ammissibile e, comunque, per un importo non superiore a 100 milioni per ciascuna organizzazione.
Al fine di ottenere le sovvenzioni previste, le organizzazioni regionali delle cooperative sono tenute a presentare domanda alla Giunta Regionale, tramite l'Assessorato all'Agricoltura, entro il 31 dicembre di ogni anno.
ART. 3
1. Alla quantificazione dell'entita' della maggiore spesa derivante dall'applicazione della presente normativa si provvede con le leggi di bilanclo.
ART. 4
1. La presente legge e' dichiarata urgente ai sensi del 2° comma dell'articolo 127 della Costituzione e dell'Art. 38 dello Statuto Regionale ed entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.
E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e farla osservare come legge della Regione Molise.

© molisedati spa - tel. 0874 6191