LEGGE REGIONALE 10 agosto 2006, n. 21.
La presente pubblicazione non riveste carattere di ufficialità
TitoloUlteriori modifiche alla legge regionale 10 agosto 1993, n. 19, recante: "Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio".
OggettoDisciplina delle funzioni amministrative e dell'esercizio dell'attività venatoria e per la salvaguardia del patrimonio faunistico e per la tutela dell'agricoltura e dell'ambiente - Modifiche
BollettinoBOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 23 del 16 agosto 2006
Catalogazione12.Flora, fauna, caccia, pesca e fruizione della produzione naturale e spontanea


Art. 1


1. Alla legge regionale 10 agosto 1993, n. 19, come modificata dalle leggi regionali 17 luglio 2001, n. 19, 20 maggio 2004, n. 15, 3 dicembre 2004, n. 30, e 11 novembre 2005, n. 39, sono apportate le seguenti modifiche ed integrazioni:

    a) la lettera d) del comma 1 dell'articolo 9 bis è così sostituita:

      "d) un rappresentante per ogni associazione venatoria riconosciuta a livello nazionale ed organizzata in Regione e un rappresentante per ogni decimo di iscritti per le associazioni con oltre un decimo dei cacciatori aderenti, residenti nella Regione Molise, fino ad un massimo di tre componenti";

    b) all'articolo 9 bis della lettera c) del comma 1 è così sostituita:

      "c) quattro rappresentanti delle tre organizzazioni professionali agricole maggiormente rappresentative a livello nazionale ed organizzate nella Regione, designati dalle stesse in ragione proporzionale alla loro rappresentatività come emerge nell'ambito dei consigli delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura";

      c) la lettera c) del comma 2 dell'articolo 9 ter è così sostituita:

      "c) un rappresentante per ogni associazione venatoria riconosciuta a livello nazionale ed organizzata in regione e un rappresentante per ogni decimo di iscritti per le associazioni con oltre un decimo dei cacciatori aderenti, residenti nella regione Molise, fino ad un massimo di tre componenti";


    d) al comma 3 dell'articolo 16, dopo le parole "risorse faunistiche", è aggiunto il periodo "Il cacciatore non residente è ammesso ad esercitare la caccia nell'azienda faunistico-venatoria se possiede l'ammissione nell'ATC territorialmente competente.";

    e) la lettera b) del comma 1 dell'articolo 19 è sostituita dalla seguente:


      "b) da sette rappresentanti delle associazioni venatorie riconosciute a livello nazionale ed organizzate nella provincia. Qualora non si raggiunga il predetto numero di rappresentanti, il posto vacante è assegnato in proporzione alle associazioni venatorie con maggior numero di iscritti";

    f) il comma 6 dell'articolo 22 è sostituito dal seguente:

      "6. Il tesserino, predisposto e stampato a cura della Regione, ha validità per una stagione venatoria e deve essere restituito all'Amministrazione provinciale che l'ha rilasciato, all'atto del rilascio del nuovo tesserino. Per i cacciatori non residenti nella Regione Molise è obbligatoria la consegna della copia del tesserino rilasciato dalla propria Regione o Provincia di residenza, entro e non oltre il 10 marzo di ogni anno, pena la non ammissibilità all'esercizio venatorio della stagione successiva";

    g) all'articolo 29, dopo il comma 4, è aggiunto il seguente comma:

      "4 bis. L'Assessorato alla caccia della Regione Molise predispone, ogni anno, il piano di gestione degli ungulati e ne fissa la densità per ogni 100 ettari di superficie, su indicazione della consulta regionale. La densità di capi non può, comunque, essere superiore a 2,5, l'eventuale supero va eliminato entro 2 anni";

    h) al comma 1 dell'articolo 42 sostituire la parola "due" con la parola "tre";

    i) all'articolo 42, comma 2, aggiungere la seguente lettera:


      f bis) Spese per funzioni e gestione degli AA.TT.CC. della Regione.";

    l) all'articolo 42 è aggiunto il seguente comma:

      "2 bis. La Giunta regionale eroga risorse finanziarie agli ATC che operano le proprie funzioni sul territorio regionale nei limiti delle disponibilità di bilancio.".

Art. 2


1. Il comma 2 dell'articolo 10 della legge regionale n. 19/1993, sostituito dal comma 4 dell'articolo 1 della legge regionale 20 maggio 2004, n. 15, è così sostituito:

    "2. I piani di cui al comma 1 sono approvati dal Consiglio provinciale su proposta della Giunta e trasmessi alla Giunta regionale per il dovuto coordinamento".

    La presente legge sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e farla osservare come legge della Regione Molise.


© molisedati spa - tel. 0874 6191